Le attività del Csi nel TG

COMUNICATI2023

Programmazione 23/24 Calcio

09 calcio

10 calcio

NORME GENERALI
1. Giocatori in distinta
Possono essere indicati nelle distinte ufficiali di gioco un massimo di 18 giocatori per tutte le categorie; per le sole categorie Pulcini a 7 e Mini Pulcini a 5 giocatori la distinta sarà libera con possibilità, quindi, di indicare un numero illimitato di giocatori.
 
2. Sostituzioni
Le sostituzioni sono “volanti” per tutte le categorie (un giocatore può essere sostituito e poi rientrare in gioco, come nel calcio a cinque o nella pallacanestro). Tali sostituzioni potranno essere effettuate solo a gioco fermo e su consenso dell’arbitro.
 
3. Giorni ed orari di gara
Le società devono indicare nel modulo di iscrizione di ogni singola squadra l’orario ed il giorno ufficiale delle partite casalinghe, valido per tutta la stagione sportiva.
Nello stesso modulo devono essere indicate, molto chiaramente, eventuali richieste di alternanze o abbinamenti. Si garantisce la presenza dell’arbitro, in particolare per le categorie giovanili, solo nel caso di abbinamento di incontri casalinghi tra squadre della stessa società o, eventualmente, di società diverse.
Tutte le categorie che sceglieranno di giocare il sabato pomeriggio dovranno fissare l’orario di inizio gara entro le ore 18,30. Limitatamente alla categoria Dilettanti a 11 l’orario di inizio delle gare del sabato pomeriggio dovrà essere fissato alle 14,30 o alle 17,00.
Tale norma potrà non valere, a giudizio della commissione provinciale calcio, in caso di gare abbinate.
L’orario di gioco del sabato per le categorie Pulcini, Esordienti, Giovanissimi, Allievi, Juniores, Cadetti e Under, sia a 7 che a 11, in mancanza di abbinamento con altre squadre, dovrà essere fissato tra le ore 14,30 e le ore 14,45, mentre per le categoria Dilettanti e Femminile a 7, dovrà essere fissato alle ore 16,30.
La domenica mattina l’orario d’inizio delle gare dovrà essere compreso fra le ore 9,00 e le ore 11,00 ed il pomeriggio fra le 14,30 e le 16,00.
 
4. Modifiche orari
- Modifica orario ufficiale e/o campo ufficiale per tutto il campionato: solo per gravi e provati motivi. La richiesta di modifica, presentata alla Commissione Calcio unitamente alla tassa di Euro 50,00, verrà accettata solo se accompagnata dalle ricevute delle raccomandate o copia delle mail, contenenti la copia della richiesta, inviate a tutte le squadre del girone interessato.
- Modifica orario e/o campo ufficiale di un singolo incontro: solo se richiesta almeno 10 giorni prima, con comunicazione scritta e accettazione ugualmente scritta della squadra avversaria, unitamente alla tassa di Euro 20,00.
L’applicazione delle suddette norme sarà molto rigida. Le società inadempienti incorreranno nelle sanzioni disciplinari relative.
 
5. Multe e ammende
Le multe e ammende comminate dal giudice sportivo dovranno essere versate, entro 15 giorni dall’invio della comunicazione alla segreteria provinciale.
 
6. Segnatura campi
La segnatura dei campi dovrà essere effettuata con materiali non nocivi o che possano provocare danni alle persone.
 
7. Guardalinee
La funzione di guardalinee deve essere espletata da un tesserato Csi. In caso di mancanza dell’assistente dell’arbitro, tale funzione dovrà essere espletata da un giocatore presente in panchina che potrà poi prendere parte alla gara purché sostituito da un altro giocatore. Tale norma non vale, ovviamente, in caso di giocatori squalificati o espulsi.
 
8. Tesseramento
Il tesseramento di atleti si chiuderà improrogabilmente il 30 aprile 2024.
 
NORME SPECIFICHE
Mini Pulcini a 5
1. Le gare si svolgono in due tempi della durata di 20’ ciascuno.
2. Le dimensioni del campo di gioco sono da identificarsi con un quarto del campo a 11, le dimensioni devono essere minimo 30mt x 20mt e massimo 35mt x 25mt; è possibile utilizzare campi di calcio a 5 all’aperto o in palestra.
3. Le porte devono avere le misure di metri 4x2 o 3x2.
4. I palloni devono di misura 4 e peso 290gr.
5. Sono consentite scarpe da ginnastica, da calcetto o da calcio con tacchetti di gomma (no scarpe a 6 o tacchetti in ferro); è obbligatorio l’utilizzo dei parastinchi.
6. Sulla rimessa del portiere gli avversari devono indietreggiare per almeno 8 metri dalla porta (devono essere posizionati 2 coni di riferimento sulle linee laterali del campo) e possono intervenire sulla palla solo dopo che ha oltrepassato questo limite (ZONA DI NO PRESSING); ovviamente ciò serve per permettere alla squadra in possesso palla di giocarla tranquillamente senza la pressione degli avversari.
La rimessa della palla deve avvenire però in maniera fluida e senza trarre particolari vantaggi (esempi: non deve essere fatto un passaggio del portiere a un difensore vicino che rinvia lungo; nella zona di NO PRESSING la palla può restare al massimo 10-15 secondi).
7. Le rimesse laterali e il calcio d’angolo devono essere fatti con i piedi; il passaggio deve essere corto (compagno distante massimo 2 metri) senza l’intervento degli avversari finché la palla non è stata controllata dal giocatore; se non viene fatto il passaggio corto e l’arbitro giudica che ciò abbia comportato un particolare vantaggio alla squadra in possesso palla, la rimessa deve essere rifatta.
8. Possono essere indicati nelle distinte ufficiali di gioco un massimo di 15 giocatori.
9. È previsto l’arbitraggio da parte della squadra ospitante; le società ospitanti dovranno individuare e indicare in distinta un direttore di gara tra i propria dirigenti accompagnatori – possibilmente diverso dall’allenatore - che avrà il nome ufficiale di Dirigente-Arbitro. Esso dovrà essere riconoscibile tramite una casacca di colore diverso da quella delle squadre e dovrà essere munito di fischietto. Casacca e fischietto ufficiali Dirigente-Arbitro saranno forniti dal Comitato.
Il Dirigente-Arbitro avrà i seguenti compiti:
- controllare il regolare tesseramento dei bambini/e che prendono parte all’incontro tramite l’appello dei giocatori;
- garantire il rispetto delle norme;
- intervenire solo nei casi controversi o qualora occorrano delle particolari decisioni;
- provvedere alla raccolta delle distinte di gioco (indicando su di esse il risultato) e al loro invio al recapito Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pulcini a 7
1. Viene abolito il fuorigioco.
2. È ammesso il passaggio volontario al portiere anche con i piedi.
3. L’espulsione viene considerata a tempo. Il giocatore espulso resta fuori dal terreno di gioco per 5 minuti e poi ha la possibilità di rientrare.
4. La rimessa laterale si deve effettuare esclusivamente con i piedi.
5. La rimessa dal fondo viene effettuata dal limite dell’area grande.
6. È consentita la partecipazione anche di atlete femmine. E’ consentito l’utilizzo massimo in distinta di 2 atlete femmine nate nel 2013.
7. È consentito l’inserimento in distinta di massimo un atleta maschio nato nel 2013.
8. Essendo l’attività di questa categoria puramente ludica, non sono previste fasi finali.
9. Il pallone utilizzato è il numero 4.
10. La rimessa dal fondo (puntata) può essere effettuata dal portiere indifferentemente sia con le mani che con i piedi.
11. È obbligatorio l’utilizzo delle porte piccole (metri 4x2) che dovranno essere posizionate all’interno del terreno di gioco, ad almeno 1,5 metri di distanza dalle eventuali porte fisse.
12. La linea di fondo può essere delimitata da “cinesini”.
13. Il calcio di rigore deve essere battuto dalla distanza di metri 6,00.

Esordienti
1. È consentita la partecipazione di atlete femmine.
2. Il pallone utilizzato è il numero 4.
3. La misura minima delle porte è metri 6x2.
4. Per la sola categoria Esordienti a 7 è consentito l’inserimento in distinta di massimo un atleta nato nel 2011.

Ragazze a 7
1. Il pallone utilizzato è il numero 4.
2. La misura minima delle porte è metri 6x2.
3. È consentito l’inserimento in distinta di massimo un’atleta nata nel 2011.

Giovanissimi
1. È consentita la partecipazione di atlete femmine.
2. Il pallone utilizzato è il numero 5.
3. Per la sola categoria Giovanissimi a 7 è consentito l’inserimento in distinta di massimo un atleta nato nel 2009.

Infrasettimanale a 7
1. Le gare vengono disputate in giornate infrasettimanali. La giornata di gioco può essere fissata dal lunedì al venerdì, con orario d’inizio compreso nella fascia 20,30-21,15.
2. La partecipazione al campionato non è alternativa e non implica la rinuncia alla normale attività, nel rispetto delle norme di tesseramento la stessa società può iscrivere una squadra sia al campionato tradizionale che al campionato infrasettimanale; un giocatore, purché tesserato per la stessa società, può partecipare sia al campionato tradizionale che a quello infrasettimanale.
In questo caso le eventuali squalifiche inflitte saranno conteggiate in un’unica classifica e dovranno essere scontate secondo le norme vigenti.
3. Solo per le società che hanno anche una squadra nel campionato Dilettanti è possibile schierare un massimo di 14 atleti in distinta. Per partecipare alle fasi finali un atleta dovrà essere stato inserito in distinta in almeno 8 gare.

Infrasettimanale a 7 - Over 40
1. L’età minima di partecipazione al torneo è di 40 anni. È comunque concesso di poter schierare in distinta ed utilizzare in campo, in ogni incontro, un massimo di 2 giocatori di età inferiore (comunque superiore ai 30 anni).
2. Valgono le stesse regole dell’infrasettimanale a 7.

Dilettanti a 11
1. Le squadre iscritte nel Gruppo B vengono suddivise tra gironi del sabato e gironi della domenica, solo se si raggiunge il numero minimo di 11 squadre che giocano la domenica. In caso contrario i gironi saranno misti.

NORME PARTICOLARI CSI-FIGC
Il Comitato di Bergamo del Centro Sportivo Italiano ha stabilito alcune norme in materia di tesseramento e di giustizia sportiva per regolare i rapporti tra Csi e Figc. Ci auguriamo che le Società sappiano assumere un atteggiamento di reciproco rispetto per il bene dello sport e di chi lo pratica.
I giocatori tesserati Figc per una società non possono prendere parte ai campionati Csi per un’altra società. É tuttavia possibile tesserare Csi giocatori tesserati per una diversa società Figc, a condizione che gli stessi non abbiano preso parte ad alcuna gara ufficiale Figc nella stagione in corso.
È consentito schierare in distinta giocatori che, pur avendo partecipato ad attività ufficiale Figc per la stagione in corso, abbiano ottenuto lo svincolo o vengano trasferiti ad altre società partecipanti contemporaneamente ai campionati Csi e Figc.
Gli atleti tesserati al Csi possono richiedere lo “svincolo” dalla Società sportiva d’appartenenza ed eventualmente tesserarsi per un’altra Società sportiva Csi. Le operazioni di “svincolo” e di ritesseramento dell’atleta e/o dirigente possono avvenire dal 1 settembre fino al 31 gennaio di ciascun anno sportivo. All’atto del ritesseramento, l’interessato dovrà depositare obbligatoriamente il nulla-osta della Società di appartenenza - in originale - alla Segreteria Csi. Non è possibile effettuare più di uno “svincolo” nella stessa stagione sportiva. Il Comitato territoriale può comunque disporre il divieto di “svincolo” degli atleti e dei dirigenti tesserati.
È liberamente consentita la partecipazione contemporanea ai campionati ed ai tornei ufficiali Csi e Figc ad atleti tesserati per la medesima società purché partecipanti ai campionati Figc di Prima categoria o di categoria inferiore.
Il Csi riconosce tutte le squalifiche sportive comminate dalla Figc che, di conseguenza, dovranno essere scontate anche nei campionati Csi.
Eventuali deroghe a tali norme potranno essere deliberate dal consiglio Provinciale del Csi di Bergamo.

 
  • Privacy

    Informativa trattamento dei dati sulle collaborazioni

    Informativa al trattamento dei dati ex art. 13 Regolamento UE 2016/679 Titolare del trattamentoLa informiamo che, ai sensi del Regolamento UE 2016/679 (infra: “Regolamento”), i suoi Dati Personali da Lei forniti spontaneamente o in risposta ad annunci, saranno trattati da parte di CSI Bergamo con sede in Via Gleno, 2/L – 21122 Bergamo o alla seguente casella di posta Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. // in quali... CONTINUA A LEGGERE
  • Privacy

    Informativa trattamento dei dati Corsi DAE

    Informativa ex art. 13 Regolamento UE 2016/679 Titolare del trattamentoLa informiamo che, ai sensi del Regolamento UE 2016/679 (infra: “Regolamento”), i suoi Dati Personali, raccolti ai fini della erogazione dei corsi cui lei si è iscritto o richiesti per lei dalla sua società, saranno trattati da parte di CSI Bergamo con sede in Via Gleno, 2/L – 21122 Bergamo, in qualità di titolare del trattamento (“Titolare”). Tipi di dati oggetto del tratt... CONTINUA A LEGGERE
  • Privacy

    Informativa trattamento dei dati Bacheca

    La informiamo che, ai sensi del Regolamento UE 2016/679 (infra: "Regolamento"), i Suoi Dati Personali saranno trattati da CSI Bergamo con sede in Via Gleno, 2/L – 21122 Bergamo in qualità di titolare del trattamento ("Titolare").Il Titolare tratterà i Suoi dati personali (art. 4(1) del Regolamento) per le seguenti finalità: • Gestione delle richieste di registrazione alla “Bacheca”La base giuridica del trattamento è l'esecuzione di un contratto... CONTINUA A LEGGERE
  • Privacy

    Informativa trattemento dei dati per i corsi

    Informativa ex art. 13 Regolamento UE 2016/679 Titolare del trattamentoLa informiamo che, ai sensi del Regolamento UE 2016/679 (infra: “Regolamento”), i suoi Dati Personali, raccolti ai fini della erogazione dei corsi cui lei si è iscritto o richiesti per lei dalla sua società, saranno trattati da parte di CSI Bergamo con sede in Via Gleno, 2/L – 21122 Bergamo, in qualità di titolare del trattamento (“Titolare”). Tipi di dati oggetto del tratt... CONTINUA A LEGGERE

box home risultati

Attività Sportiva

Menu

arbitri 2019 storie 275

testata tornei

area riservata

11 calcio
 
12 calcio

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai click su leggi informativa