Le attività del Csi nel TG

Editoriali del Presidente

Concluse le attività si pensa al futuro

(Da L'Eco di Bergamo del 20/06) 

La dodicesima edizione di Bergamondo, conclusa domenica nel bellissimo impianto di Zanica, Comune che da tempo accoglie le finali del Torneo, ha regalato tutte le conferme che ci si aspettava: la partecipazione, la carica emotiva, il pubblico, il bel gioco e la perfetta organizzazione. Tutto insieme fa il mosaico di una manifestazione che è uscita dal ristretto ambito sportivo per contaminare, in modo positivo e felice, i livelli sociali ed etici della comunità civile.
Che poi il tempo abbia molto cambiato il “mondiale” delle nazioni e dei cittadini di queste nazioni, presenti nella Bergamasca è stato confermato da Massimo Cincera, sottolineando la forte evoluzione evidenziata dall’uso della lingua, verso un’unificazione che accomuna e che fa incontrare nel dialetto bergamasco. Il tutto senza nulla perdere della propria cultura, della propria identità, del proprio modo di essere quando è positivo e utile alla civile convivenza.
Lo ha rimarcato il padre di Bergamondo, Vittorio Bosio, oggi presidente nazionale del Csi, che è andato al di là del concetto di integrazione fra gli “stranieri” e l’Italia, sottolineando che giocare a calcio insieme è servito a unire i giovani delle diverse nazionalità. Per questo il progetto che regge il torneo è molto interessante: va studiato e imitato.
Nell’edizione di ieri, lunedì, è stato presentato l’avvio dell’edizione 2018 di SportGiovane, in collaborazione fra Upee e Csi Bergamo, che si svilupperà su sette piazze di città e provincia.
Sempre in collaborazione fra Upee e Csi, nel gioco e nel confronto in diverse discipline sportive che saranno via via proposte, si potranno sperimentare sabato gli adolescenti che animano i Cre, attraverso le Olimpiadi degli Animatori, cogliendo così l’occasione per diventare i protagonisti e gli artefici di un’intera giornata dedicata allo sport, al divertimento e alla competizione.
Sarà l’occasione per un cambio di ruolo degli animatori, che nel corso dei Cre si prendono cura dei piccoli. Sabato potranno liberamente divertirsi e fare festa, mettendosi anche personalmente in gioco. Al termine della giornata verrà proposto lo spettacolo “Mi voleva la Juve”, diretto da Gianfelice Facchetti e tratto da una storia vera.
Concludo ricordando che lunedì sera il Consiglio provinciale del Comitato di Bergamo ha discusso e approvato le linee della Programmazione 2018-19, confermando tutti i valori positivi delle precedenti stagioni: sobrietà, costi contenuti per l’attività, attenzione ai settori giovanili, promozione degli sport minori, e tanto altro.

Pagina 1 di 37

testata tornei

Risultati e Classifiche CSI Bergamo

Attività Sportiva

Menu

Editoriali del Presidente

leonio rettangolo

Tutti gli editoriali e gli articoli del Presidente Leonio Callioni

Corsi per l'utilizzo del defibrillatore

DAE csi

Corsi di formazione per l'utilizzo del defibrillatore

Programmazione

bottone programmazione

Tutta l'attività del Comitato di Bergamo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai click su leggi informativa